Si tratta di un tè verde giapponese con riso integrale tostato e soffiato.

Tè verde
Tè verde *

Esiste una leggenda sull’origine di questo tè: un giorno un samurai, nel XV secolo, mentre studiava un piano d’attacco con le sue truppe, sorseggiava il suo tè. Un suo servitore, di nome Genmai, in modo maldestro fece cadere alcuni chicchi di riso nella sua tazza. Il samurai, per la rabbia, gli taglio la testa. Quando gli tornò la calma, continuò a sorseggiare questa nuova bevanda, resa ancora più piacevole dal profumo del riso. Il samurai, pentito per il gesto compiuto, da quel giorno bevve sempre il tè con l’aggiunta di riso che chiamo Genmaicha (cha significa tè).
Molto più probabilmente la popolazione che viveva lontano dalle piantagioni aveva l’abitudine di “tagliare” il tè con il riso per prolungare le scorte.

Tè Genmaicha
Tè Genmaicha

Qualunque sia la sua origine oggi il Genmaicha è il tè più diffuso in Giappone.
Il suo gusto ricorda la nocciola e il caramello.
E’ un tè che si può bere in qualsiasi momento della giornata, anche freddo.

Abbinamenti: zuppe, riso, pesce cotto e crudo, crostacei, verdure, biscotti con frutta secca.

Barbara

23 marzo 2015

* immagine trovata nel web

Annunci