“Se possiamo accogliere tutto nei nostri cuori,

allora saremo anche capaci di farci una buona tazza di tè”

Pema Chodron

2013-07-19 14.54.38

La mia formazione è iniziata prima sui libri, poi ho deciso di  formarmi. Il primo corso che ho frequentato è stato quello per “Tea Sommelier” presso ADeMaThè a Novara, conclusosi a giugno 2014.

Siccome non si finisce mai di imparare ho proseguito la formazione, a ottobre 2014, con il corso di AICTEA.
Sempre in quel periodo sono andata a fare degustazioni di tè presso alcune Sale da Tè come a Monza e Bologna.

WS_0587F13-TE-Sommelier-VMB@0001.pdf
Libro Tea Sommelier

A novembre 2015, ho frequentato gli incontri di Gabriella Lombardi autrice di “Tea Sommelier” e continuo a girare per Sale da tè a scoprire nuovi sapori.

Il 22 maggio 2016 ho partecipato alla prima edizione del concorso internazionale  Tea Masters Cup” e mi sono classificata seconda riconoscendo 4 tè su 5.
Per scoprirne un po’ di più ecco il link: Tea Masters Cup Italia.

Master Tea Cup Italia 22 mag 2016

La formazione comunque continua perchè ci sono sempre cose nuove da imparare, da approfondire e sapori nuovi da scoprire 🙂

Ne approfitto per dire che non esistono in Italia corsi che rilasciano la Qualifica Professionale riconosciuta a livello Ministeriale in base alla Legge 4/2013 e non esistono Albi riconosciuti dal MISE. I corsi che troviamo in Italia sono tutti dei corsi validissimi e sono tra di loro complementari. Quello che non si impara da una parte si impara dall’altra. Quello che non si è capito, colto da un corso lo si capirà in un altro. L’importante è aver voglia di imparare, di scoprire cose nuove e mettersi sempre in gioco 🙂

Come è nata la mia passione per il tè

Ricordo quando negli anni ’80, mia madre e le sue amiche e vicine di casa, signore più o meno dell’età che ho io adesso, si ritrovavano, a turni, in casa di ognuna per i classici lavoretti che si possono fare davanti ad una tazza di tè chiaccherando: cucito, maglia e uncinetto.
Ad un certo punto del pomeriggio mia mamma, o una delle due vicine, interrompeva il lavoro per mettere a bollire l’acqua per il tè. Si usava quello in bustine e si beveva con il limone o con una goccia di latte, accompagnato dai biscotti.

Allora si conoscevano solo alcune marche, quelle comuni del supermercato e che si trovano tuttora. Solo più tardi sono comparse le lattine, di color giallo, con il tè in foglie che ogni tanto mia madre si “azzardava” a comprare, visto il prezzo.
Ho ancora davanti agli occhi i momenti e la cura che mettevano queste donne nel prepararlo.

1506482_139042526266420_3937530304530874421_nArriva il 1993, un anno speciale: vado a studiare a Manchester e qui mi si apre un mondo di tè in foglie e in bustina e mi innamoro di un negozio specializzato in vendita di tè e caffè, Whittard of Chelsea, che vende anche tutti gli oggetti per prepararlo: teiere, colini, copriteiera.
Mi perdevo nel negozio e desideravo tanto comprarli ma, come studentessa, dovevo fare i conti con il mio portafoglio, oltre al fatto che poi dovevo ritornare a casa in aereo.

Poi ho iniziato a lavorare come segretaria ricevimento e cassa in albergo e continuavo a sognare di aprire un negozio e sala da tè.

Ora ho deciso di realizzare parte di questo sogno aprendo questo Blog  sul tè e  qui scoprite che Cosa faccio.
Qui il link per Contatti

Buon #ViaggioIntornoAlTè.

Barbara Vola
16 aprile 2014

Annunci