Sandwich ai gamberetti e dragoncello

Ormai siamo alla vigilia di Ferragosto e perché non fare dei sandwiches da offrire ai nostri amici abbinato ad una buona tazza di tè verde? Ecco una ricetta fresca e colorata

Panini con gamberetti al dragoncello

Ingredienti per 16 porzioni:  

  • 4 tazze d’acqua
  • 3 fette di limone
  • 2 rametti di dragoncello fresco
  • ½ cucchiaino di sale
  • 500 gr di gamberetti medi, pelati e privati ​​della buccia
  • ½ tazza di maionese
  • 1 cucchiaio di dragoncello fresco tritato finemente
  • 2 cucchiaini di succo di limone fresco
  • 2 cucchiaini di succo di lime fresco
  • 1 cucchiaino di sedano tritato
  • 1 cucchiaino di scalogno tritato
  • ¼ di cucchiaino di sale
  • ⅛ cucchiaino di pepe nero macinato
  • 8 fette di pane bianco compatto

Istruzioni

  1. In una casseruola media, unire l’acqua, le fette di limone, i rametti di dragoncello e il sale. Portare a ebollizione a fuoco alto. Togliere dal fuoco. Aggiungi i gamberetti e lascia cuocere finché i gamberi non sono opachi e rosa, circa 5 minuti.
  2. Trasferisci i gamberi in una grande ciotola piena per metà di ghiaccio e lascia raffreddare.
  3. In una piccola ciotola, unire la maionese, il dragoncello tritato, il succo di limone, il succo di lime, il sedano, lo scalogno, il sale e il pepe, sbattendo bene.
  4. Scolare i gamberi e asciugarli con carta assorbente.
  5. Mettere i gamberi nel robot da cucina e frullare fino a tritarli finemente. Aggiungere la miscela di maionese, pulsante per unire. Trasferire la miscela in un contenitore coperto e conservare in frigorifero fino a quando non sarà molto fredda, per circa 4 ore.
  6. Distribuire uniformemente il composto di gamberetti su 4 fette di pane. Guarnisci ciascuno con una fetta di pane rimanente.
  7. Utilizzando un coltello da pane seghettato in un delicato movimento di segatura, tagliare e scartare le croste dai panini. Taglia ogni panino in diagonale in 4 triangoli.
  8. Servire subito o coprire con carta assorbente umida, mettere in un contenitore coperto e conservare in frigorifero fino al momento di servire.

Buon #ViaggioIntornoAlTè
Barbara
13 agosto 2020

Come infondere il tè giapponese senza fondersi i neuroni

Non avete idea di quante volte abbia visto persone totalmente nel panico davanti ad un bollitore, una teiera ed un tè verde giapponese. Anche tra veterani ed esperti del settore o, più semplicemente, tra incalliti tea-lovers, le foglie smeraldo del Sol Levante sortiscono spesso un effetto simil-terroristico. Ormai, non conto più le volte che mi sono sentito domandare indicazioni circa la temperatura, la strumentazione, le tempistiche, ecc.

Continua a leggere “Come infondere il tè giapponese senza fondersi i neuroni”

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: