A seconda del Paese la tazza cambia. Questa può essere molto piccola, come quella cinese, o grandissima come quella moderna inglese.
Anche il materiale

cambia che può essere di porcellana, di ceramica, di vetro, di legno, in argilla. Alcuni adoperano l’argento per dargli maggiore valore.

Partiamo alla scoperta delle tazze.

Cina

Blue and White JingDeZhen Flower Pattern Tea Cup

Naturalmente iniziamo dalla Cina, culla del tè. Qui le tazze sono piccolissime, contengono circa 30 cl. perchè il tè si degusta in tre piccoli sorsi e si cerca di percepire i sapori naturali del tè.

jingdezhen-location-map

Di solito sono di porcellana molto fine ed è famosa quella di Jingdezhen, la capitale mondiale della porcellana che si trova nella provincia di Jiangzi a Sud-Est del Paese.
La produzione ebbe inizio già durante il periodo Tang (618-907) ma divenne famosa, per essere sottile come carta, brillante come un specchio e per il suo colore bianco e blu, durante la dinastia Ming (1368-1644).

Questa porcellana venne esportata in Europa e possedere la porcellana Ming era di grande prestigio.

DSCN4236Altra “tazza” tipica cinese è la Gaiwan che significa “tazza con coperchio”. La sua misura varia dai 120 ai 200 ml.

La Gaiwan funge sia da teiera che da tazza allo stesso tempo. Si possono infondere direttamente le foglie di tè e poi, grazie al coperchio, trattenere le foglie e bere direttamente dalla tazza oppure colare il liquore in una brocca e, successivamente, nelle piccole tazzine da degustazione.

Qui potete vedere un bellissimo video, con i sottotitoli in inglese.

 

Giappone

 

In Giappone, per la cerimonia del tè “Cha No Yu” si usa una ciotola, chaiwan, artigianale in terracotta. Durante la cerimonia si porge la tazza all’ospite mostrando il lato migliore della stessa e l’ospite l’ammirerà prima di bere il tè Matcha.

Giappone

Per la preparazione delle altre tipologie di tè, come i Sencha, si usa la teiera Kyusu e si useranno le tazzine grandi circa 100 ml.

 

Tibet

Tibetan Silver and Burl Wood Tea Bowl

In Tibet per servire il loro tipico tè fatto con il burro di Yak, il Po Cha, si usano delle ciotole larghe.

Quando e come arrivava il tè in Tibet: La Via del Tè e del Cavallo: Cina-Tibet.

 

India

Indian Kullarh cup

Anche in India vengono utilizzate tazze in argilla per bere il loro tè speziato Chai Tea.

 

Russia

Russian Crest Tea Glass Holder Set

In Russia si usano bicchieri di vetro posizionati dentro a dei porta bicchieri decorati.

Per scoprire quando è arrivato il tè in Russia ecco il link dell’articolo Il tè in Russia e il Samovar.

 

Turchia

turkish-tea-glass-and-saucer.jpg

Anche in Turchia viene utilizzato un bicchiere di vetro, a forma di tulipano, con un piattino.

Per saperne di più ecco il link Il tè in Turchia.

 

Marocco

Moroccan tea glass

Ecco i bellissimi bicchieri di vetro colorati e decorati per bere il loro ottimo tè alla menta.

 

Europa

Teacup and Saucer Set

All’inizio in Europa veniva importata l’oggettistica tipica cinese.
Per approfondire: Il commercio del tè con l’Oriente.

L’dea del piattino fu un’idea nata dall’esigenza di una ragazza che aveva difficoltà a servire il tè caldo, con la tazzina senza manico, a suo padre . Quindi andò da un vasaio e gli chiese di crearlo.

Nel XVIII secolo presero piede in Europa le tazze con manico e piattino. Sempre in questo periodo anche gli europei cominciarono ad imitare e a produrre la porcella fine cinese, la Fine Bone China.

Tea mug

Da qualche anno ha preso piede la “mug” (= tazza grande) tipica inglese e americana.
Direi che questa è perfetta per fare la colazione, con le tipiche miscele, ma non per apprezzare al meglio i tè puri  🙂

E voi che tazza usate? Fatemi sapere commentando qui sotto.

Chi non è un blogger e desidera commentare sotto all’articolo è sufficiente andare fino in fondo e scrivere nel campo “rispondi”. Il sistema vi chiede il nome e una mail, quest’ultima non è obbligatoria. Nel caso la scriviate questa non la vedrà nessuno.
Volendo potete “loggarvi”, ovvero accedere con il vostro profilo facebook e nel vostro commento apparira il logo di FB, oppure potete commentare mettendo solo il vostro nome. A voi la scelta 🙂
Inoltre, è posssibile iscriversi alla newletter per non perdere gli articoli.
Grazie mille

Buon #ViaggioIntornoAlTè

Barbara
16 giugno 2017

 

Annunci