La fiera del tè a Shenzhen

Ecco un altro articolo con Monica. Per chi non la conoscesse è una ragazza italiana che ha sposato un cinese ed abita in Cina. Ha già scritto altri due articoli nella Rubrica Uno spazio per te dove ospito chiunque voglia scrivere qualcosa sul mondo del tè e non ha un blog. Gli articoli da lei scritti sono: Un tè con … Monica “Il tè in Cina e Corea” e Una tè con …. Monica: visita a una piantagione di tè in Corea del Sud.

Questa volta Monica ci porta alla fiera del tè che si è tenuta a Shenzhen. Ecco il suo articolo. Buona lettura e #Tèmozioniamoci e buon #ViaggioIntornoAlTè,

Barbara

 

La fiera del tè a Shenzhen

Shenzhen è una delle grandi metropoli cinesi. Si trova nel sud della Cina, è la città che confina con Hong Kong ed ha una storia particolare: è una città giovane, costruita quasi dal nulla 40 anni fa, quando la Cina decise di aprirsi al mondo. E così in 40 anni questa zona è passata da qualche villaggio di pescatori e contadini ad essere una metropoli moderna e molto verde, capitale mondiale del design e dell’architettura e sede di importanti fiere. Tra queste fiere ce ne è una dedicata al tè.

La Global Tea Fair a Shenzhen si svolge due volte all’anno: c’è una versione primaverile,  solitamente a giugno, e una versione autunnale, a dicembre (quest’anno sarà dal 12 al 16 dicembre). Ha sempre luogo nel palazzetto dedicato alle fiere della città (Shenzhen Convention and Exhibition Center), facilmente raggiungibile con la metro (linea 1, fermata Exhibition center), è gratuita e accessibile a tutti, non solo agli “addetti ai lavori”.

È da ormai un paio di anni che vivo a Shenzhen ma ho scoperto dell’esistenza di questa fiera solo pochi mesi fa grazie alle locandine sulla metro…in una città così immensa e non frequentando spesso il “centro”, è facile non sapere cosa succede in giro.
Quest’anno la versione primaverile della fiera si è svolta alla fine di giugno e finalmente ho potuto visitarla. Io non sono un’esperta di tè, son semplicemente un’amante della bevanda quindi ho visitato e vissuto questa fiera semplicemente con curiosità, senza un occhio o un gusto critico riguardo a ciò che vedevo o assaggiavo. Per me è stata una bella esperienza, in un luogo interessante dove ho potuto assaggiare tè in continuazione.

DSCN5560

Questa fiera è veramente immensa (60.000 metri quadri) e, visto che siamo in Cina, c’erano tantissime persone ma questo non è stato un problema perché lo spazio era ben allestito e si camminava tranquillamente assaggiando tè in ogni stand. Essendo che questa è stata la mia prima visita, non se sia sempre allestita in questo modo, comunque c’erano tre padiglioni: uno dedicato alla produzione nazionale di tè, il maggiore; uno dedicato all’incenso, alle agate e agli oggetti legati al mondo del tè; e, infine, uno dedicato alla produzione internazionale che comprendeva anche stand dal Giappone, dal Kenya, di produttori biologici e una parte dedicata a Taiwan, Macau e Hong Kong.
In tutto ho letto che c’erano circa 2.800 stand. Naturalmente oltre agli stand ci sono state anche conferenze e dimostrazioni varie con esperti del settore sia cinesi che di altri paesi.

 

Essendo andata nel pomeriggio di domenica non ho avuto tantissimo tempo per guardare con calma ogni stand, ma comunque in un’oretta e mezza ho passeggiato e assaggiata vari tè. Come dicevo, gli stand erano tantissimi e tutti ben organizzati: c’erano sia grandi compagnie nazionali che piccoli produttori locali provenienti da tutto il paese. Le varietà di tè presenti erano tante, dai tè neri ai tè rossi, dai tè verdi ai tè bianchi, fino ai tè mescolati con fiori o alle tisane: insomma ce ne era per tutti i gusti!
Alcuni stand erano molto semplici, altri erano allestiti in maniera più lussuosa, riproducendo le  stanze delle case da tè.

Tra i tè che mi son piaciuti di più ci son stati dei tè bianchi cinesi e i tè tibetani, credo tè neri, dal sapore molto leggero. Ho anche assaggiato alcuni fatti con le bucce dei mandarini che so essere qualcosa di tipico cinese ma non avevo mai avuto l’opportunità di assaggiare: di questo tè non sono riuscita a farmi un’idea precisa perché avendone provati due li ho trovati molto diversi, il primo non mi è piaciuto perché veramente molto amaro ma con un profumo buonissimo di agrumi; il secondo invece era molto diverso, più delicato e non mi è dispiaciuto.

DSCN5550

Tra i vari stand ho visto giare con bucce di mandarini che avevano anche più di 10 anni e naturalmente aumentando di età aumentavano di prezzo. Una cosa che mi ha colpito, poi, son stati i “panetti” di tè, alcuni in cialde altri in mattoni, soprattutto per il modo in cui erano conservati (alcuni in dei sacchi di pelle altri in dei cilindri) e per l’età che questi avevano: io non pensavo che il tè potesse essere conservato così a lungo (Ps: gentilmente Barbara mi ha chiarito le idee su questi tè ^^) quindi mi chiedevo come potessero essere buoni dopo così tanto tempo. In verità questo se lo chiedeva anche il mio compagno che è cinese, non molto amante della bevanda ma soprattutto abituato ad atri tipi di tè (questo fa anche capire quanto la Cina sia un paese grande e pieno di persone, tradizioni e usanze diverse, spesso lontanissime tra loro).

Concludendo devo dire che è stata una bella esperienza visitare questa fiera, la cosa che mi è piaciuta in particolare, oltre al poter provare tè particolari e poco conosciuti, è stata l’atmosfera tranquilla e il buonissimo profumo di tè presente sin dall’entrata.

Monica
2 agosto 2019

DSCN5541

 

2 risposte a "La fiera del tè a Shenzhen"

Add yours

Scrivi un commento. Grazie mille

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: