Per indicare le tisane, gli infusi di erbe e gli infusi di frutta in inglese si aggiunge la parola Tea:

– Herb Tea / Herbal Tea (= infusi d’erbe / tisane)

Flavoured Fruit Tea Blends (= Miscele di Infusi di frutta).

Mentre per l’infuso della Camellia Sisensis (L.) O. Kuntze viene utilizzata la semplice parola Tea. Quindi gli inglesi quando usano la parola Tea intendono quello che noi chiamiamo .

Tisana alle erbe

 

Da noi ho notato che viene impropriamente usato il termine tisana per indicare tutte le bevande calde in genere.  Allora ho pensato di scrivere la differenza tra tisana e infuso.

Normalmente chi vende il tè commercializza anche gli infusi di frutta e alcuni infusi di erbe, come liquirizia, anice, finocchio, melissa.

Ma qual’è la differenza?

 

Infusi di frutta o di fiori

Sono bevande a base di fiori di ibiscobacche di rosa canina e pezzetti di frutta essiccata.

 

 

Karkadè IbiscoL’ibisco, Hibiscus sabdariffa, coltivato in Africa, come in Senegal, è molto usato in Egitto dove viene chiamato karkadè, parola di origine Eritrea, che si ottiene dai calici del fiore e ha un sapore acidulo per la presenza di acido citrico e acido tartarico.

Il Karkadè era molto usato durante il regime fascista, perchè prodotto in Abissinia, ossia nell’Africa Orientale Italiana e veniva proposto, visto il periodo storico, come sostituto italiano del tè. Non ultimo il tè era divenuto più caro a causa delle sanzioni che gli inglesi ci avevano applicato.
Negli ultimi anni questa bevanda è ritornata di moda, come il rooibos, visto che non contiene teina.

Le proprietà dei fiori di ibisco sono quelle di essere un ottimo digestivo, di regolarizzare la funzione epatica e di combattere la stipsi cronica.

Il colore del suo infuso è quello di un bel rosso vivo e il suo sapore acidulo è rinfrescante e dissetante.

Rosa Canina

La rosa canina è ricchissima di vitamina C e ha un sapore fruttato.
pezzetti di frutta essiccata, fiori e foglie  differentemente combinati formano differenti gusti che caratterizzano ogni bevanda.

 

Preparazione: gli infusi di frutta si aggiungono all’acqua già in ebollizione, ovvero a 100°, e tenuti in infusione per 8-10 minuti.

tiglio
Possiamo avere infusi composti da foglie e fiori dello stesso vegetale scelta per la sua proprietà. Es: tiglio, malva, finocchio.

 

 

 

 

 


Tisane alle erbe e piante officinali

Normalmente usate dai nostri nonni per curarsi (parlo della mia generazione) e nella fitoterapia, come nella Medicina Tradizionale Cinese.

Le tisane sono miscele di erbe e piante officinali con determinati effetti terapeutici: digestive, rilassanti, espettoranti, drenanti, ecc. che si trovano in erboristeria o in farmacie specializzate.

 

ba217-herbalteatisana


La tisana è composta
da un massimo di 6 piante sminuzzate, una pianta dominante e le altre piante secondarie, in minore quantità, che migliorano o potenziano l’azione terapeutica. Normalmente vengono arricchite da foglie di menta, da semi di anice per rendere il gusto, tendenzialmente amaro, più piacevole.

Anche qui viene versata l’acqua calda e lasciata in infusione per 5-10 minuti.

 

Oltre all’infusione esiste anche la decozione.

 

Metodi di preparazione:

Infusione

L’acqua viene versata sul composto vegetale e lasciato a riposare per 5-10 minuti e poi filtrato. Otterremo una bevanda calda dal sapore molto delicato che volendo potremo dolcificare con miele, zucchero o stevia.

Decozione

Per le radici e cortecce viene utilizzato come preparazione la decozione, ovvero vengono messe in acqua fredda e si lasciano bollire per circa 5-10 minuti, si lascia riposare il tutto per altri 10 minuti e poi si filtra.

 

Per la posologia attenersi alle indicazioni indicate dall’erborista o dal medico agopuntore.

 

29 luglio 2014

Barbara Vola

Annunci